BARTOLOMEO "MEO" COSTANTINI

1889 / 1941


"Compassato, preciso ed aristocratico" per Giovanni Canestrini, "elegante" per Ettore Bugatti ecco chi era Bartolomeo Costantini pi¨ semplicemente "Meo". 

 

Volontario nella guerra di Libia nel 1911, nel 1912 conseguiva il brevetto di pilota dell'aviazione militare, non trascurando di partecipare alle competizioni automobilistiche. Sue prime gare furono la Targa Florio e la Coppa Florio del 1914 entrambe su AQUILA ITALIANA.   Eccolo a colloquio con Vincenzo Florio qualche anno dopo.

Nel 1923 l'incontro con Ettore Bugatti che gli propone di lavorare per lui, in principio come collaudatore poi come pilota infine come direttore sportivo...

 

... Meo ricambia con la splendida vittoria alla 16^ Targa Florio del 1925 

La Bugatti 35 8 cilindri di Costantini e Soderini 

Costantini felice all'arrivo della 16^ Targa Florio.

 

"Meo" riuscirÓ a ripetersi l'anno seguente dominando la  17^ Targa Florio del 1926, gara  funestata dalla morte dell'amico Masetti, evento questo che lo porterÓ all'abbandono delle corse come pilota per dedicarsi a tempo pieno alla conduzione della squadra Bugatti, con la quale vincerÓ altre tre Targhe Florio(1927,1928,1929).